Benvenuto, Ospite
Nome e Cognome: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Considerazioni varie

Considerazioni varie 08/12/2012 23:46 #5337

  • Paolo Angioy
  • Avatar di Paolo Angioy Autore della discussione
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 913
  • Karma: -4
  • Ringraziamenti ricevuti 28
A Verona il nostro Modulare compirà  due anni di operatività  e voglio dire di successi. Sono accadute molte cose ed abbiamo sentito il bisogno di un riasseeto migliorativo che ci dovrebbe consentire di semplificare i tempi di allestimento e montaggio e di manutenere i moduli esistenti. Per la bisogna anche i miei sono andati a Milano....

Provo ad elencare i problemi che attendono soluzione, in maniera da favorire un ampio dibattito.

1.- allineamento: mi pare di aver capito che lo risolveremo a mezzo di idonee piastrine durante questa sosta invernale, come già  discusso......
2.- sganciamento di convogli e vagoni, particolarmente critico per i modelli artigianali. non abbiamo provato (ancora!) l'incollaggio tipo Stccarda. Il Gallo dice di avere una soluzione, senza cambiar ganci. Io proverò la costosa soluzione di un convoglio tutto coi ganci Sagi (disponendo di vari carri Sagi, appunto)....
3.- piste moduli areoporto: il Gallo propone di sostituire il compensato con plexiglass scuro, che ne dite?
$.- raddoppi linea 3 sui miei moduli, renderli operativi per soste e sorpassi, magari automatizzandoli. L'areoporto è già  predisposto, Paese mio ed il prossimo Paese mio 2 lo saranno, e poi smetto di fare doppie linne a +6. Che ne dite?
5.- modelli artigianali. A parte il problema dei ganci, ci siamo accorti che questi modelli girano male e sviano con maggiore frequenza(questione di carrelli e di telaie anche di sale che scorrono male) e qualche motrice gira con difficoltà , due modelli di Colli (E646 ed E428) ci hanno purtroppo dato problemi....

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Considerazioni varie 09/12/2012 01:45 #5338

  • marco neri
  • Avatar di marco neri
  • Offline
  • Socio fondatore
  • Socio fondatore
  • Messaggi: 1847
  • Karma: 1
  • Ringraziamenti ricevuti 60
...io , per lo sganciamento casuale in linea, visto che non dobbiamo fare particolari manovre cioe' ...far rimanere i convogli anche merci " bloccati" ...per il materiale ultimo uscito con i ganci con innesto a baionetta propongo le barre della Tillig...art 08827....sono pe la scala TT ma vanno bene anche per la N...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Considerazioni varie 09/12/2012 07:39 #5339

  • Marco Gallo
  • Avatar di Marco Gallo
  • Offline
  • Socio fondatore
  • Socio fondatore
  • Messaggi: 5338
  • Karma: 6
  • Ringraziamenti ricevuti 391
Ottima analisi paolo..
PEr le piastrine(che dovrebbero risolvere il problema più grave il progetto è pronto e occorre solo decidere se farle fare industrialmente (visto che occorre anche fare qualche scheda nuova magari sarebbe l'occasione giusta) e quindi farle addirittura tagliare a mo di traversina.

Abbiamo due moduli con testate fissate storte (trivio e paese mio) quindi dovremo mettere mani anche a quelli spessorando per rimetterle in squadra. Il modulo Jpstation non ha più le viti che tengono le testate (non sono venute via ma se le sono fregate tutte e dodici)

bisogna mettere mani seriamente sia al modulo provinciale (occorre una rincalzatrice umana hehehehe) che a narnia scalo che dopo l'allagamento è diventato il modulo earthquake (modulo terremotato)

Marco delle barre ne stiamo parlando da un po e questo risolverebbe il problema solo, come giustamente dici tu, sui carri nuovi. Per i vecchi dotati di ganci standard stiamo provando un paio di soluzioni diverse.
Nulla impedira` al sole di sorgere ancora, nemmeno la notte piu buia, perche` dietro alla nera cortina della notte c’e` un’alba che ci aspetta

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Considerazioni varie 09/12/2012 09:08 #5340

  • massimo tironi
  • Avatar di massimo tironi
  • Offline
  • Socio fondatore
  • Socio fondatore
  • Messaggi: 1550
  • Karma: 3
  • Ringraziamenti ricevuti 57
nei tre giorni di montaggio e smontaggio di Genova anche io ho notato delle cose che si notano solo mettendoci le mani , molti moduli anno bisogno di forti lavori di restauro anche sulle gambe di sostegno ed i loro agganci , tutto ciò non era neanche facilitato dalle pessime condizioni del pavimento ,quasi tutti i moduli hanno bisogno di rifare le testate dei binari , in alcuni casi il binario va completamente sostituito per almeno 20 cmm in altri con la piastrina in testa il problema si risolve ma di piastrine c'è ne vogliono parecchie sia per i vecchi moduli e sia per quellia venire dunque sarebbe il caso di farle fare a livello industriale , allora forse gli sganci di vagoni in linea si risolverebbero quasi definitivamente ( il gancio balordo lo trovi anche dopo alineamenti millimetrici ) , in alcuni casi bisognera ricostruire la parte paesaggistica , ci sarà  da finire gli accoppiamenti per il trasporto , e qui voglio arrivare al problema del trivio che in qualche modo va sistemato nelle sue dimensioni perchè le sue due ali creano non pochi problemi per il trasporto , per i moduli futuri mi è piaciuto il sistema adottato da paolo che ha accoppiato i moduli finiti ai moduli ancora da lavorare in modo tale da creare un sitema trasportabile , un'altra piccola cosa le gambe dei moduli vanno battezate , vi spiego durante la manutenzione dovremo provare le gambe dei moduli sugli stessi e verificare a quali moduli si sposano megli e scriverci sopra a ce modulo appartengono in modo tale da poter andare a montare sempre le stesse gambe ed evitare perdite di tempo nel cercare quella che forse più si addice , insomma bisogna fare una manutenzione generale . :woohoo:
tironi massimo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Considerazioni varie 09/12/2012 17:42 #5345

  • Emanuele Temporin
  • Avatar di Emanuele Temporin
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 135
  • Karma: -1
  • Ringraziamenti ricevuti 3
ricordo all'ultimo serafico la 428 di Colli sul forum ASN, in particolare sembrava avere problemi ai carrelli che non aderivano perfettamente al binario e tendevano a sviare. Mi pare d'aver sentito Angelo Buonocunto parlare del problema con lo stesso Colli e mi pare che avesse anche trovato una soluzione che però al momento non ricordo (appesantire i carrelli?)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Considerazioni varie 13/03/2015 09:57 #23951

  • yuri pini
  • Avatar di yuri pini
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 400
  • Karma: 1
  • Ringraziamenti ricevuti 32
ciao scusate la domanda ma non ho trovato risposta leggendo qua e là.

le testate che avete adottato sono compatibili con qualche altro modulare oppure no?
mi solleticherebbe l'idea di fare un modulo NPARTY<->NCI singolo binario sezionato per la doppia alimentazione e doppio segnalamento in modo da non avere rogne a livello elettrico.
di solito uso i peco55 con la massicciata preformata merkur e poi ritoccata....potrei tenere quella e solo in prossimità delle testate usare il metodo tradizionale ma sempre usando la polvere di sughero invece delle "pietroline"?

può avere un senso?

ciao
42!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Considerazioni varie 13/03/2015 12:19 #23957

  • Marco Gallo
  • Avatar di Marco Gallo
  • Offline
  • Socio fondatore
  • Socio fondatore
  • Messaggi: 5338
  • Karma: 6
  • Ringraziamenti ricevuti 391
Yuri provo a risponderti io: teoricamente si, siamo compatibili fimf per la parte a quota 0 mentre per la quota a + 60 non è compatibile con alcun standard in quanto è si una linea a binario unico ma monodirezionale con circolazione a sx. Ma ciò non rappresenta un problema perchè ad una delle estremità del plastico quella che noi chiamiamo linea 3 oltre che tornare a chiudersi com un secondo osso di cane prevede una uscita ed un ingresso da una linea singola banalizzata in stile fremo che noi chiamiamo bahnline e che sta vedendo ora la nascita dei primi moduli definitivi. Noi in linea di massima utilizziamo codice 80 per mantenerci compatibili con tutti l'armamento industriale ma abbiamo anche dei modili con il 55 e/o misti che non danno mezzo problema.
Nulla impedira` al sole di sorgere ancora, nemmeno la notte piu buia, perche` dietro alla nera cortina della notte c’e` un’alba che ci aspetta
Ringraziano per il messaggio: yuri pini

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.295 secondi

Supporta le attività della nostra associazione con una piccola donazione.



I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok