LOCOMOTIVE FS E 645 E 646 – BREVE STORIA E SERIE

Già  negli anni '50 le FS pensarono alla realizzazione di locomotive potenti da adibire al traino di convogli pesanti merci e passeggeri. Al tempo le E 428, le più potenti del parco, soffrivano di una scarsa massa aderente e conseguente limitato sforzo di trazione; meglio le E 636, ma con una parte elettrica limitata ed una velocità  massima che non superava i 120 km//h.
Nel 1954 fu equipaggiata la E 424 068 con 4 motori doppi tipo 82, similmente alle E 428, rinumerandola E 434 068; tale locomotiva, atta ai 110 km/h con rapporto 20/69, era il banco di prova per il futuro equipaggiamento delle E 646.
Nel novembre del 1958 uscଠdal TIBB la prima E 646, la 001, che di fatto era una E 636 potenziata da 4320 kW e 145 km/h grazie al rapporto 25/64. I primi 5 prototipi avevano infatti il reostato diviso in 16 sezioni come le E 636 ed un carrello dal passo di 3150 mm come le E 636; uguale anche la cassa, poliedrica e con coprigiunto a gradino come sulle E 636 125-276, salvo un portello e tre grigliette in più lato cabina AT, rispetto alle E 636. Sulla 001 nemmeno la coloritura variava, ancora in castano-Isabella. Poi, con la 002 si adottò il verde magnolia e grigio nebbia, applicato alle 003-005 ed anche alla 001 poco dopo.

\r\n

001fot10.jpg

\r\n

.Per la visione dell'intero articolo e poter partecipare alla relativa discussione sul forum è necessario essere utenti di Nparty.it

 

(Per la descrizione tecnica completa e la storia del gruppo E646/5 vedi anche il numero 122 di Tuttotreno)

Supporta le attività della nostra associazione con una piccola donazione.



I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok